5 novembre 2020

Casa Della Solidarietà Sabino Romano

 

Oggi, 8 Novembre festeggiamo il compleanno di Sabino. E come sempre è accaduto, ogni volta che si tratta di Sabino, non saremo noi a fargli un regalo, bensì lui a noi!

Oggi Sabino ci regala la “Casa della Solidarietà”. Un regalo non solo per noi ma per tutto il territorio e soprattutto per tutte quelle persone che ogni giorno vivono dinamiche di esclusione e marginalità. Sabino ci regala uno spazio in cui accogliere le fragilità, soccorrerle e farsene carico.

Sabino oggi ci regala uno spazio che ha un obiettivo ed un modello di pratica sociale chiaro e molto impegnativo: aiutare chi ne ha bisogno attraverso la dignità, che come Sabino spesso ripete “è cosa ben diversa dalla carità”. Uno spazio di dignità quindi che vivrà come da sempre vive Sabino: per gli altri e con gli altri.

Sabino ci regala oggi uno spazio che unisce, come solo lui sa fare: unire le realtà sociali, le realtà culturali, le realtà politiche che ha sempre animato, le compagnie teatrali di cui ha fatto parte. Questo spazio è per tutte e tutti noi ma anche per quelli che verranno. Perché Sabino ci insegna che bisogna sempre accogliere ed accompagnare chiunque provi a mettersi in gioco e a costruire pratiche di socialità e solidarietà. Questa casa sarà quindi sempre aperta ed a disposizione di chiunque creda in un mondo diverso, più giusto ed in cui la felicità sia collettiva e non solo individuale, nell’idea “di poter essere felici solo se lo sono anche tutti gli altri”.

Sabino oggi ci regala un luogo di pratica e teoria. Le due cose per lui sono sempre state inscindibili: la teoria nella pratica attraverso l’esempio. Sabino è un uomo d’azione, lo è sempre stato, ma come ha sempre ripetuto a noi semplici apprendisti: l’azione se non è riflettuta è solo dispendio di energie. In questo luogo ti assicuriamo che rifletteremo tanto e lo faremo tenendo ben presente il nome sotto cui abbiamo scelto di muoverci, organizzarci, unirci.

Sabino ci regala oggi una casa della socialità popolare. Ci saranno sempre in questo luogo tammorre pronte a suonare e calici pronti a levarsi per brindare a lui ed alla futura umanità in cui ha sempre creduto. Sabino però ci regala anche una casa della ricerca culturale e artistica che lui porta da sempre avanti contaminando generi e spaziando da un campo all’altro: teatro popolare, teatro moderno, musica popolare, musica cantautoriale, musica del mondo.

Sabino da sempre mette assieme culture ed identità differenti, noi proveremo a fare lo stesso.

Oggi Sabino, ci regala un luogo di soluzioni. “Non ci sono problemi, solo soluzioni” ama ripetere a chi sebbene giovane spesso cade nello sconforto. Questo luogo nasce per offrire una soluzione a chi è messo con le spalle al muro, una soluzione che si può trovare solo nell’organizzazione e nello sforzo collettivo.

Insomma Sabino oggi ci fa un regalo enorme: ci regala una prospettiva, una rotta da seguire, uno spazio da vivere ed una strada da percorrere. Oggi Sabino ci regala un modello, il suo modello. Un modello che proveremo a seguire con tutte le nostre forze e che sarà per noi faro nella lunga notte in cui abbiamo scelto di lottare.

Sabino oggi ci regala la sua determinazione, il suo coraggio, il suo instancabile amore per il mondo e per l’umanità. A noi sta solo dire grazie ed esserne all’altezza.

 

 

Inaugurazione della Casa della Solidarietà SABINO ROMANO dell’ 8/11/2020

https://www.facebook.com/yabasta.onlus/videos/358449291923422