Lettera aperta alla Comunità di sognatori di YaBasta!- Nova Koinè

Condividi:

VENERDI’ 19 NOVEMBRE ORE 18.30 ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI YABASTA!- NOVA KOINE’ – CASA DELLA SOLIDARIETA’ SABINO ROMANO

Care/i,

Il 2021 inizia a volgere al termine e davvero possiamo considerarlo un anno straordinario per la nostra associazione. Un anno difficile in cui però la nostra associazione è riuscita a rimanere porto sicuro in mezzo alla tempesta che ha sconvolto I nostri territori. Il nostro Sportello Diritti è riuscito a supportare oltre 300 migranti nell’accesso al vaccino ed al sistema sanitario, abbiamo continuato ad assistere con il nostro banco alimentare 150 famiglie ogni mese e senza considerare le famiglie aiutate in modo occasionale. Il nostro doposcuola è ripartito e fornisce ogni giorno supporto scolastico a famiglie a basso reddito, così come la nostra scuola d’italiano che ogni domenica assiste oltre 70 persone nel percorso di apprendimento della lingua italiana. A tutto ciò si sono aggiunte due progettualità enormi: il nostro percorso di accoglienza per migranti e rifugiati che, ogni giorno, accompagna verso l’autonomia e la regolarizzazione più di 30 persone e la Casa Rifugio che ha accolto ad oggi 5 donne segnalateci dalla polizia o dai servizi sociali. Questo è stato anche l’anno dei grandi incontri, la nostra piccola organizzazione ha incontrato I rivoluzionari Zapatisti in 5 giorni indimenticabili che hanno ridato senso al nostro gridare YABASTA! a tutte le ingiustizie del mondo.

Queste sono solo alcune delle tantissime cose fatte in questi mesi. Purtroppo questa crescita di impegni, di istanze e percorsi ha avuto naturalmente anche delle ricadute in termini di difficoltà gestionali, prima tra tutte la nostra capacità di incontrarci e vederci con regolarità per dare all’assemblea dei soci e degli attivisti la centralità che ha sempre avuto. Per questo motivo a partire dall’assemblea che si terrà il prossimo Venerdì 19 Novembre 2021 ore 18.30  ci siamo dati come priorità quella di mantenerla come momento fisso mensile per rispondere a due esigenze:

  • la prima riguarda la comunicazione tra I vari settori: stiamo facendo cose bellissime e dobbiamo però far si che diventino senso comune e responsabilità comune;
  • la seconda riguarda la nostra capacità di costruire processi sempre più orizzontali e collettivi nell’idea che solo crescendo come gruppo potremo far crescere le nostre istanze e rendere la nostra azione efficace e sempre più rivoluzionaria.

Ho usato la parola Rivoluzione… non è pathos ne la voglia di strappare un sorriso con parole altisonanti ma è semplicemente ciò che noi stiamo facendo.

Una Rivoluzione quotidiana, lenta, contraddittoria, poetica, banale, moderata, estremista, sognatrice, libera, moderna, antica. Una Rivoluzione che neanche noi sappiamo ancora descrivere ed è qui il senso del nostro vederci, solo assieme sapremo capire la nostra direzione e provare a governarla.

Tante persone guardano a noi come punto di riferimento e questa è una responsabilità a cui non possiamo sottrarci…non siamo un’associazione culturale o aggregativa, siamo un presidio, uno spazio di dignità, un luogo di autorganizzazione.

Siamo una rete di salvataggio in un mondo che calpesta i deboli e brutalizza le marginalità. Siamo coperta nell’inverno e luce nella notte buia.. una luce piccola e sempre sull’orlo di spegnersi ma sempre accesa, tenace e orgogliosa.

Ci vediamo il prossimo Venerdì 19 Novembre 2021 ore 18.30 

Vi saluto con una scena che sa sempre mi ricorda tutti I motivi per cui da tanti anni facciamo le ore piccole ci svegliamo presto quando gli altri dormono:

Un abbraccio a tutte e tutti,

Alessio

Total Page Visits: 564 - Today Page Visits: 1