LETTERA DI INIZIO ANNO PER LA COMUNITA’ YABASTA! – NOVA KOINE’ – RESTIAMO UMANI – SMALLAXE

Condividi:

Care e cari,

inizia un nuovo anno per la nostra piccola comunità di sognatrici e sognatori, precisamente il quindicesimo anno di vita per la nostra associazione che negli anni è diventata una comunità fondendo le storie di Nova Koinè e YaBasta! ed abbracciandosi con la storia di SmallAxe.

Una comunità che ha dato vita anche ad un’impresa sociale, RESTIAMO UMANI, che prende il nome dal saluto che Vittorio Arrigoni inviava da una Gaza Occupata…altri anni, stesse ingiustizie e atrocità.

Una Comunità che ha poi costruito un luogo che ospita anche altre realtà sociali e politiche, la CASA DELLA SOLIDARIETA’ SABINO ROMANO (che non ci manca mai abbastanza e a cui quest’anno dovremmo dedicare un momento di riflessione per quanto ha rappresentato sul nostro territorio), ormai punto di incontro a Scisciano aperto a tutte e tutti (ad esclusione ovviamente dei razzisti, fascisti, xenofobi, sessisti, bulli, violenti, sfruttatori o amici degli sfruttatori).

Una Comunità che a Marigliano ha poi saputo dar vita ad un altro spazio dei diritti “LA CASA DELLE CULTURE” che a via Bonazzi ospita la nostra Scuola di Italiano ed il Doposcuola Don Chisciotte.

Insomma, una comunità che è anche un insieme di luoghi e pratiche che sul territorio vivono e crescono come piccoli alberelli capaci di resistere alla tempesta che avanza. Non è facile resistere alla tempesta che è arrivata su di noi portando guerra, frontiere e muri. Non sarà facile neanche resistere alle tempeste che verranno ma come ci insegnano le sorelle ed i fratelli Zapatisti:

“Siamo già sopravvissuti alla tempesta come comunità zapatiste quali siamo. Ma ora non si tratta solo di questo, dobbiamo attraversare questa e altre tempeste che arriveranno, attraversare la notte e arrivare a una mattina, tra 120 anni, in cui una bambina comincerà a imparare che essere libera significa anche essere responsabile di quella libertà“

(qui il comunicato completo per chi volesse approfondire le parole delle donne e degli uomini di mais che abbiamo incontrato a Marigliano un po’ di tempo fa: https://www.yabasta.net/intanto-da-qualche-altra-geografia-del-mondo-la-parola-zapatista-su-questi-tempi-bui/ )

 

Questo 2024 sarà un anno di grandi trasformazioni per la nostra comunità.

Trasformazioni relative perché ovviamente continueremo a fare ciò che facciamo ogni giorno da 15 anni: aiutare le bambine ed i bambini a studiare, preparare buste con aiuti alimentari, aprire le aule la domenica mattina per l’inizio della Scuola di Italiano, accompagnare le persone che ospitiamo nel SAI nel loro difficile cammino di inclusione, far quadrare con difficoltà i conti, costruire momenti di incontro, festeggiare, ballare, suonare, fare richieste alla Questura, preparare domande d’Asilo, Ascoltare le fragilità, accogliere le istanze di chi ogni giorno vive la crisi sulla propria pelle, diventare megafono di chi subisce ingiustizie e scudo per chi vede minacciata la propria dignità.

Le trasformazioni quindi non riguarderanno la nostra identità (o meglio la nostra identità potenziale come si diceva all’assemblea politica del mese di Dicembre) ma la nostra organizzazione perché abbiamo ora un nuovo direttivo allargato che guiderà i nostri passi ed una divisione in settori che ci consentirà di andare avanti con più fiato anche se forse un po’ più lentamente (ma d’altronde anche qui gli zapatisti ci insegnano che “lento pede, avanzo”).

Per questo 2024 proveremo a fare anche dei percorsi collettivi di formazione, ovviamente a modo nostro, unendo pratica e teoria. Inizieremo a Marzo ( forse anche prima ma Marzo è già calendarizzato) con la Settimana Anti-razzista che anche quest’anno ci vedrà prendere uno spazio abbandonato e restituirlo alla collettività ( non vi do anticipazioni su questo, ve lo annunceremo il 18 Gennaio al primo attivo associativo 2024).

Il 2024 inoltre ci consegna uno strumento importante, il nostro primo libro “Quello che Resta – Storie di confini e di frontiere”. Questo volume è un grimaldello di coscienze e di liberazioni, sta a noi riuscire ad usarlo per bene.

Quest’anno sarà poi anche l’anno in cui il lavoro di socioanalisi fatto in oltre sei mesi nel 2023 diventerà strumento di cambiamento attraverso la presa d’atto della triplice identità della nostra comunità (che è contemporaneamente luogo di attivismo, associazione e impresa sociale). Per fare ciò pubblicheremo un piccolo volumetto del lavoro socioanalitico e soprattutto renderemo sempre più definita la triplice identità che abbiamo nella nostra organizzazione quotidiana, abbiamo già iniziato questo percorso istituendo oltre all’attivo mensile anche gli attivi periodici politici e l’assemblea dei dipendenti di Restiamo Umani.

In quest’anno proveremo infine a costruire un nuovo spazio, nel mese di Febbraio infatti partirà il nostro Emporio Solidale, all’interno della Casa Delle Culture dove cercheremo di costruire un percorso di aiuto alimentare che restituisca dignità e spazio di incontro superando la logica della semplice assistenza ( su questo vi arriverà a breve una lettera specifica).

Insomma sarà un anno denso e pieno di nuovi stimoli ed energie, a noi il compito di affrontarlo mettendo al centro del nostro agire la riflessione sull’altro mondo possibile che ogni giorno cerchiamo di costruire e l’obiettivo di questa nostra costruzione che è semplicemente la NUOVA UMANITA’, che parte da noi, dai nostri quartieri e dai nostri luoghi.

Un abbraccio pieno di speranza (perché da noi se c’è una cosa che abbonda oltre alla dignità è proprio la speranza),

Alessio

Ps. BENEVENUTO KARAMOKO! Nato nei primi giorni del 2024, possa essere questo l’anno di tutte e tutti i Karomoki e le Karomoke del mondo! Noi faremo del nostro meglio per accompagnarti nella tua meravigliosa vita mostrandoti il meglio che questo mondo può offrire.

Ps1. Abbiamo tutte e tutti ascoltato il discorso di inizio anno della premier Meloni, lì c’è il nostro programma per quest’anno, basta capovolgere ogni sua affermazione e pensiero ed avremo un bellissimo messaggio di inizio anno.

Ps2. Palestina Libera! Ucraina Libera! Afganistan Libero! Mali Libero! Nepal libero! Pakistan Libero! Bangladesh Libero! Costa d’Avorio Libera! Chiapas Ribelle!

Ps3. In sede c’è un bel calendario che racconta dei bei momenti del 2023, sfogliatelo ogni tanto che fa bene al cuore!

Ps4. Oggi inizia il Tesseramento 2024, siamo a corto di soldi quindi contattate tutte e tutti voi il nostro prof. Pietro che così iniziamo bene quest’anno!

Ps5. Volevo infarcire questa lettera con belle frasi di Gino Strada, Gramsci, Rosa Luxemburg, Guevara, Papa Francesco, La Comandante Ramona, Bobby Seale, Angela Davis, Bell Hooks, Ocalan, Lidia Menapace, Arafat e tante e tanti altri….non ci sono riuscito ma questi riferimenti restano, scegliete voi delle belle frasi e mettetele dove meglio riterrete opportuno.

Total Page Visits: 941 - Today Page Visits: 1