Libero Negro

Condividi:

Sabato tutto ciò che crediamo, tutto quello che pensiamo sia l’altro mondo possibile, tutto quello per cui da anni lottiamo era concentrato sul piccolo palco del teatro di Scisciano. C’erano le parole del sub comandante Marcos, c’erano gli scritti corsari, le pantere nere, le lettere di Antonio, il teatro dell’oppresso, le storie della resistenza, i tanti cortei che abbiamo fatto, tutte le feste della tammorra messe assieme, tutte le sere passate a mangiare assieme, tutte le ore piccole passate al bar di Pasquale.

Non sappiamo come sia possibile ma nello spettacolo de “La Carrozza d’oro PROG” scritto e diretto e interpretato dagli Halloumini con le interpretazioni esemplari di Antonio e Sara con il supporto tecnico di Ricky, Rosa, Ernesto c’era tutto questo. E’ stato un manifesto culturale nel quale ci siamo riconosciuti e rincontrati, è stata un’adunata per tutti i sognatori invincibili del nostro territorio, è stata una sveglia forte a ricordarci che il nostro tempo è questo e dobbiamo viverlo appieno.

E poi soprattutto è stato uno spettacolo bellissimo, che ha tenuto col fiato sospeso 120 persone. Uno spettacolo che ha esorcizzato i mali del mondo nell’applauso finale, che ha infiammato gli animi, bagnato gli occhi, illuminato i volti.

La Compagnia ci ha donato metà del ricavato grazie al quale stiamo realizzando le spese per l’avvio della nuova sede. Questi soldi valgono il doppio perchè donati da ragazzi senza posto fisso, studenti e disoccupati. La nostra famiglia è bellissima perchè è in grado di creare tutto ciò.
Grazie.